Nonostante il delirium sia una delle sindromi geriatriche più frequenti e con gravi conseguenze nel paziente anziano, risulta ancora scarsamente riconosciuto, poco valutato con specifici strumenti, non adeguatamente gestito e curato nelle strutture sanitarie.

Le più recenti linee guida sul tema raccomandano un approccio al delirium non farmacologico, ma caratterizzato da un intervento multiprofessionale e coordinato tra medico, infermiere, fisioterapista, terapista occupazionale e il personale o familiare coinvolto nella cura del paziente con delirium.

IPTOP/WCPT (International Association of Physical Therapists working with Older People of the World Confederation for Physical Therapy) ha collaborato con alcune delle più autorevoli società scientifiche europee, che si occupano della cura del paziente e con interesse per il tema del delirium, per la stesura di un documento interdisciplinare mirato a promuovere, secondo quanto indicato dalle più recenti evidenze scientifiche, un approccio multiprofessionale alla prevenzione e cura del delirium, evidenziando i possibili ostacoli organizzativi e culturali alla cura del delirium e suggerendo come migliorare e implementare il giusto approccio a tale sindrome in ambito sanitario europeo.

Il lavoro, che vi segnaliamo per la lettura, è pubblicato sulla prestigiosa rivista open access BMC Geriatrics.

Potete accedere e scaricre gratuitamente il full-text dell’articolo al link https://bmcgeriatr.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12877-019-1264-2

Buon lettura